Prato Macroterma

Il prato a rotoli di macroterma è un tappeto erboso già adulto, in grado di essere posato in qualsiasi luogo con le più svariate condizioni climatiche. Possiede una variegata tessitura fogliare di tipologia fina, media o larga, disponibile a seconda delle personali esigenze, che forma una copertura molto fitta e morbida in grado di sopportare agevolmente un continuo calpestio. Il suo apparato radicale, profondo e longilineo, dimostra un’ottima capacità di adeguamento in relazione a tutti i tipi di suoli (aridi,  sabbiosi, acidi, argillosi, poveri di sostanze organiche e con pH compresi fra 3,2 e 9,8). La sua costituzione vegetativa, consistente in un habitus stolonifero e rizomatoso, gli assicura un veloce attecchimento, al quale deve seguire una leggera manutenzione, tant'è che necessita di sporadici tagli e richiede per l’irrigazione poca acqua (15-20 mm/settimana nella stagione estiva), la quale può anche essere caratterizzata da un discreto grado di salinità (come attestato da analisi di laboratorio: durezza totale in ° F 450.00; Cloruri in mg/l 12000.00; Sali disciolti – a 105°C- in mg /l 18500.00). Un ulteriore vantaggio  del nostro prato a rotoli di macroterma è offerto dall'elevata resistenza che manifesta verso le infestanti, muffe ed altre malattie (ad es. rhizoctonia, ruggine, fusariosi) attinenti ad altre tipologie di prati, quali le microterme come Poa, Festuca, Agrotis. Tutto ciò permette un risparmio economico superiore al 50% rispetto alle usuali manutenzioni ed ai costi di gestione concernenti i prati tradizionali. L’optimum di temperatura è compreso tra i 22 ed i 34 °C, riuscendo comunque a vegetare tra i 12 ed i 55 °C . Un eventuale abbassamento prolungato delle temperature (tra i 10 e -18 °C ) sospinge il prato a rotoli di macroterma a porre in atto il processo di dormienza, ovvero un rallentamento vegetativo finalizzato alla propria sopravvivenza, durante il quale il manto erboso tende generalmente ad assumere un colorito giallognolo, un inconveniente di tipo esclusivamente estetico, ovviabile, ove si voglia mantenere il verde anche d’inverno, con una tra semina di Lolium oppure tramite una colorazione effettuata con apposite vernici di origine vegetale.